Ambulo ergo sum

Categories: News|Tags: , , , |

"Se non ti annoi a camminare con qualcuno in silenzio, hai davvero qualcosa da dire a quella persona"  Effettivamente, come suggerito  (anche) da Caterina Bonvicini, l'atto del camminare è molto di più di una successione di movimenti delle gambe finalizzato al raggiungimento a piedi di una meta. Camminare aiuta il pensiero. Lasciarsi guidare dai propri passi, meglio ancora se senza meta, conduce la mente in un altrove che diventa scoperta.